MTB: Mathias Flueckiger scagionato

Il 35enne si era sempre definito innocente
KEY Il 35enne si era sempre definito innocente

Mathias Flüeckiger non avrebbe mai dovuto essere sospeso per doping. Può essere riassunta così la decisione della Camera disciplinare di Swiss Olympic di non ritenere ammissibili il campione e il risultato delle analisi dai quali, il 5 giugno 2022, l’oggi 35enne era risultato positivo allo zeranol.

Flüeckiger, sempre dichiaratosi innocente, era in seguito stato sospeso fino alla fine di quell’anno.

Swiss Sport Integrity, l’agenzia antidoping svizzera, non ha accettato la decisione "incomprensibile ed erronea" e una volta ricevute le motivazioni valuterà se ricorrere al TAS o meno.

Vendrame trionfa in solitaria

Andrea Vendrame ha vinto la 19a tappa del Giro d'Italia in solitaria. Staccati di oltre un minuto Pelayo Sanchez e Georg Steinhauser.

Il gruppo dei migliori ha vissuto una giornata di riposo in vista dell'ultimo weekend, che sarà decisivo per assegnare le posizioni alle spalle del dominatore Tadej Pogacar, che ha conservato agevolmente la maglia rosa.

Spavento nel finale per Geraint Thomas che è caduto. Fortunatamente nessuna conseguenza per il gallese che è subito risalito in sella ed ha difeso il terzo posto nella generale dietro al fenomeno sloveno e Daniel Martinez.

Andrea Vendrame
Reuters Andrea Vendrame

Machac elimina Djokovic

Beffato
Beffato

Si è conclusa in semifinale l’avventura del numero 1 Novak Djokovic al torneo di Ginevra. Messo di fronte al sorprendente Tomas Machac (ATP 44), il serbo si è dovuto inchinare per 6-4 0-6 6-1 in 2h08’ di gioco.

Partito bene, il 24 volte vincitore di Slam ha subito il ritorno del ceco nel primo set, ma ha dominato la seconda frazione. Machac ha dunque incredibilmente pigiato sull’acceleratore, sfruttando gli errori e la stanchezza del 37enne per imporsi e centrare la sua prima finale nel circuito ATP.

Causa pioggia, il match tra Cobolli (56) e Ruud (7) sarà sabato.

Coppa, il TAS dice no al Sion

Il presidente dei vallesani Christian Constantin
KEY Il presidente dei vallesani Christian Constantin

La semifinale di Coppa Svizzera tra Sion e Lugano, vinta 2-0 dai bianconeri lo scorso 27 aprile, non sarà rigiocata. Dopo che la Commissione disciplinare dell’ASF aveva respinto il ricorso dei vallesani per l’assenza del VAR al Tourbillon, il Tribunale Arbitrale dello Sport ha rigettato il seguente appello del club del presidente Constantin. 

"dimostriamo di poterli battere"

L'ultima di sabato in SL tra Lugano e Servette sarà l'antipasto alla finalissima di Coppa Svizzera di una settimana dopo. "E' la nostra ultima partita in casa e non vogliamo lasciare punti, inoltre contro di loro non abbiamo mai vinto in questa stagione".

Torna Hajrizi, mentre non ci saranno (per evitare rischi in vista della Coppa) né Doumbia né Mai. "Più che indicazioni sull'avversario mi aspetto delle risposte forti da chi deciderò di mandare in campo", ha detto il Crus.

"Sabbatini? In questi giorni l'ho visto emozionato ma anche determinato e affamato, perciò sarà titolare".

Mondiali 2028 in Francia

Voilà
Voilà

I Mondiali del 2028 si terranno in Francia. Lo ha annunciato in giornata la IIHF, che permetterà dunque ai transalpini di organizzare la competizione per la quarta volta nella storia dopo le edizioni del 1930, 1951 e del 2017. L’edizione francese si dividerà tra Parigi e Lione e seguirà i tornei di Svezia e Danimarca (2025), Svizzera (2026) e Germania (2027).

Kloten, in porta arriva Waeber

Ludovic Waeber
Ludovic Waeber

Di ritorno in Svizzera dopo una stagione passata in America del Nord, Ludovic Waeber non giocherà con lo Zurigo con il quale aveva un contratto. Il portiere, cresciuto a Friborgo, ha chiesto e ottenuto di sciogliere l’accordo con i campioni svizzeri per accasarsi a Kloten fino al 2026.

-Il Bienne ha annunciato che Beat Forster, che ha chiuso la sua carriera da giocatore dopo l’ultima stagione giocata con i seelaender, farà parte dello staff di allenatori della prima squadra. L’ex difensore sarà uno dei due viceallenatori di Martin Filander. L’altro, pure appena arrivato, sarà Mathias Tjaernqvist.

Zurigo, Moniz fino al 2026

Ricardo Moniz
KEY Ricardo Moniz

Lo Zurigo ha deciso di affidare a Ricardo Moniz, attuale allenatore ad interim, la panchina della propria prima squadra fino al 2026. Il 59enne olandese, arrivato nella società lo scorso ottobre con compiti di sviluppo dei giocatori, in gennaio aveva ripreso le redini della formazione U21. Tre mesi dopo era stato promosso alla guida della compagine di SL, per prendere il testimone dalla coppia Murat Ural e Umberto Romano, subentrati provvisoriamente a Bo Henriksen partito al Mainz.