- News: Spada, Svizzera di bronzo ai CM

Max Heinzer
Max Heinzer

La Svizzera campione in carica ha conquistato la medaglia di bronzo nella spada ai Mondiali di scherma in corso a Budapest. Nella finalina gli elvetici hanno battuto per 45-35 la Cina.

Dopo una lunga fase di studio dove ha regnato l'equilibrio la differenza l'ha fatta Benjamin Steffen nel settimo match, concluso con il parziale di 9-3. Completavano il quartetto elvetico Max Heinzer, Lucas Malcotti e Michele Niggeler, ticinese della Lugano Scherma.

Il titolo è andato alla Francia, che in semifinale aveva sconfitto i rossocrociati. Nell'ultimo atto i transalpini hanno steso l'Ucraina (45-37).

- News: Peaty domina nei 100m rana

Adam Peaty
KEY Adam Peaty

Pur senza un nuovo record del mondo, Adam Peaty ha dominato i 100m rana ai Mondiali di Gwangju. Il britannico, campione olimpico in carica, ha conquistato il terzo titolo iridato in questa specialità. Il tutto rifilando oltre un secondo e mezzo all'avversario più vicino, il connazionale James Wilby.

Sorpresa invece nei 100m farfalla femminili con la 19enne canadese Margaret McNeil che si è lasciata alle spalle la svedese Sarah Sjoestroem, grande dominatrice della distanza. 

Successo americano nei 50m farfalla con Caeleb Dressel e quarto titolo in fila per Katinka Hosszu nei 200m misti.

- News: Successo per Beeler e Krattiger

Beach volley: Nico Beeler e Marco Krattiger hanno colto il loro primo successo in carriera nel circuito del World Tour. La coppia elvetica ha infatti conquistato il torneo tre stelle di Edmonton, in Canada. Il sangallese e il turgoviese hanno battuto in finale i canadesi Grant O'Gorman e Ben Saxton, teste di serie numero uno del tabellone, per 21-15 23-25 15-8.

- News: Mamié, record ma niente finale

Lisa Mamié
KEY Lisa Mamié

Lisa Mamié ha mancato l'accesso alla finale nei 100m rana ai Mondiali di nuoto di Gwangju, in Corea del Sud, nonostante abbia fatto segnare ben tre record svizzeri in una sola giornata.

La 20enne zurighese nelle batterie ha piazzato un ottimo 1'07"30, migliorando il proprio primato nazionale di 0"12 e abbassando anche quello sui 50m con un nuovo crono di 31"44. Poi in semifinale ha fatto ancora meglio con 1'07"11 ma non è andata oltre l'11o tempo, mancando la finale per soli 0"15.

Non sono andati oltre le qualifiche Roman Mityukov e Nina Kost nei 100m dorso, e neppure Nils Liess nei 200m sl.

- News: Primo Major per Shane Lowry

Shane Lowry ha conquistato il British Open, il suo primo Major in carriera. L'irlandese, in testa già dopo il terzo giro con quattro colpi di vantaggio, ha chiuso con un margine di sei colpi sull'inglese Tommy Fleetwood. Succede all'italiano Francesco Molinari.

- News: Verlooy vince ad Ascona

Il Grand Prix, prova principale dei quattro giorni del CSI di Ascona, è andato a Jos Verlooy, che nel barrage tra i 10 binomi autori di un percorso netto sul primo tracciato ha stabilito il miglior tempo in 37"73, ancora una volta senza errori.

Il belga, in sella a Caracas, ha preceduto il britannico Robert Whitaker (su Catwalk IV) e l'elvetico Elian Baumann (su Campari Z) per intascare il premio di 90'750 euro promesso al vincitore.

Nella prova mattutina cinque stelle denominata Premio Liebherr (ostacoli 145cm), il successo è andato alla britannica Laura Renwick su Arkuga.

I 100m alla Fraser-Pryce

In assenza di atleti svizzeri, sono stati i 100m femminili ad accendere il secondo appuntamento della tappa di Londra della Diamond League. La gara è stata vinta dalla giamaicana Shell-Ann Fraser-Pryce in 10"78.

La giornata è stata caratterizzata anche dal record europeo nei 5'000m di Sifan Hassan, olandese che ha chiuso al terzo rango in 14'22"12 dietro alle keniane Hallen Obiri e Agnes Jebet Tirop.

Sui 400m si è imposto in 44"40 il giamaicano Akeem Bloomfield, che ha preceduto Jonathan Jobnes e  Nathon Allen. I 400m hs sono andati a Rushell Clayton con il tempo di 54"16. 

- News: Ugolkova sfiora la finalissima

Maria Ugolkova
KEY Maria Ugolkova

Maria Ugolkova è rimasta fuori dalla finale dei 200m misti dei Mondiali di Gwangju per un soffio. Malgrado il nuovo primato personale e record svizzero, la ticinese d'adozione non è entrata tra le migliori 8 per soli 0"23.

Miglioratasi di oltre un secondo e mezzo rispetto alle batterie del mattino, la 30enne di origine russa ha stoppato il cronometro in 2'10"72, 0"11 prima rispetto al precedente primato.

Niente da fare nemmeno per la staffetta elvetica nei 4x100m femminili. Kost, Touretski, Ugolkova e Girardet sono rimaste fuori per 0"29 dalle 12 squadre qualificate per i Giochi di Tokyo.