Migliori svizzere alla BJK Cup

Saranno Belinda Bencic (WTA 14), Jil Teichmann (36), Viktorija Golubic (80) e Simona Waltert (114) a rappresentare la Svizzera alla fase finale della Billie Jean King Cup a Glasgow.

Le rossocrociate tenteranno di conquistare il titolo, sfiorato l'anno scorso quando sono state superate dalla Russia in finale, con una formazione molto simile a quella schierata la scorsa edizione. La Waltert prende infatti il posto di Stefanie Voegele (220).

Nella fase a gironi le elvetiche se la vedranno con Italia e Canada, quest'ultime rinforzate da Leylah Fernandez (38) e Bianca Andreescu (57).

Bencic costretta al forfait

Belinda Bencic
KEY Belinda Bencic

Avrebbe dovuto affrontare nuovamente Barbora Krejcikova (WTA 23), per una rivincita dopo l'eliminazione in semifinale a Tallinn, e invece Belinda Bencic (14) è stata costretta a gettare la spugna prima di scendere in campo negli ottavi del torneo di Ostrava. Le ragioni del forfait della sangallese, che ha permesso alla beniamina di casa di accedere senza fatica ai quarti, non sono ancora note.

Huesler subito fuori ad Astana

Marc-Andrea Huesler
KEY Marc-Andrea Huesler

Marc-Andrea Hüsler (ATP 64) è passato dalla gioia per la vittoria nel torneo di Sofia, suo primo titolo in carriera, alla delusione per l'uscita di scena al primo turno in quello di Astana.

Nella capitale kazaka il rossocrociato è stato battuto con un chiaro 6-0 6-2 dal finlandese Emil Ruusuvuori (54).

Il primo set si è rivelato un vero incubo per lo zurighese, che ha perso il servizio ogni volta che si è presentato alla battuta. La seconda frazione è invece iniziata un po' meglio per Hüsler, ma il break subito al quarto game ha defintivamente indirizzato il match verso il successo di Ruusuvuori.

Brivido Bencic, ma è agli 1/8

Belinda Bencic
Imago Belinda Bencic

Belinda Bencic (WTA 14) ha sconfitto a fatica Eugenie Bouchard (506) con il risultato di 6-7 (7/9) 6-1 6-4 in 2h41' al primo turno di Ostrava.

Partita forte nel primo set, la sangallese si è innervosita all'ottavo game, dove si è fatta rubare il servizio, e ha poi perso la frazione al tie-break. Ripresasi dallo smacco, la 25enne ha alzato il ritmo non lasciando scampo alla rivale che è caduta sotto i colpi della svizzera.

Al prossimo turno, la campionessa olimpica affronterà o la padrona di casa Barbora Krejcikova (23) o la statunitense Shelby Rogers (35).

Alcaraz e Ruud subito eliminati

Sconfitta sorprendente
KEY Sconfitta sorprendente

Finalisti degli ultimi US Open, il numero 1 e il numero 3 della classifica ATP, rispettivamente Carlos Alcaraz e Casper Ruud, sono entrambi usciti prematuramente di scena dai tornei nei quali erano impegnati.

Ad Astana, capitale del Kazakistan, lo spagnolo è stato battuto 7-5 6-3 al primo turno dal belga David Goffin (66), entrato nel tabellone principale quale lucky loser.

I 1/16 si sono rivelati il capolinea anche per il norvegese, sconfitto con un doppio 6-3 a Tokyo dall'iberico Jaime Munar (58) dopo aver perso per ben quattro volte il servizio.

Teichmann fuori al primo turno

Jil Teichmann
imago Jil Teichmann

Jil Teichmann (WTA 36) è stata subito eliminata nel 1o turno a Ostrava da Tereza Martincova (78), impostasi per 7-6 (7/1) 7-6 (7/5). L'elvetica ha quindi subito la seconda sconfitta contro la ceca in altrettanti confronti diretti.

La 25enne

Wawrinka fuori ad Astana

Malgrado un avvio promettente, Stan Wawrinka (ATP 191) non è riuscito a superare il più quotato Adrian Mannarino (51) nel primo turno del torneo di Astana, uscendo sconfitto con il punteggio di 1-6 6-2 6-3 dopo quasi un'ora e mezza di gioco.

Dopo aver raggiunto la semifinale a Metz, il 37enne vodese è sembrato poter iniziare alla grande la sua avventura in Kazakistan, mettendo alle strette il francese nel primo set.

Dalla 2a frazione l'elvetico ha però perso smalto e si è dovuto arrendere per la seconda volta in carriera al 34enne su due incontri disputati.

Huesler trionfa a Sofia

Marc-Andrea Huesler
KEY Marc-Andrea Huesler

La favola di Marc-Andrea Huesler (ATP 95) al torneo di Sofia si è conclusa con il lieto fine. Il rossocrociato ha piegato in finale per 6-4 7-6 (10/8) il danese Holger Rune (31) ottenendo così il suo primo successo in carriera sul circuito ATP.

Protagonista di una settimana incredibile, l'elvetico è entrato in campo alla grande, rubando subito la battuta al suo avversario e portandosi così a casa il primo set. Nel secondo il 26enne ha dovuto avere più pazienza, mostrandosi più freddo al tie-break.