Uri

Il Canton Uri può creare un sistema cantonale di gestione delle minacce per proteggere meglio la popolazione. I cittadini hanno infatti approvato la revisione parziale della legge sulla polizia cantonale. E' stata approvata anche la revisione parziale della legge sull'ambiente.

Val Mara, vincono i referendisti

I cittadini di Val Mara chiamati a pronunciarsi sulla concessione di un credito per la ristrutturazione dello stabile denominato Sala multiuso a Rovio si sono chiaramente espressi contro il credito di 990'000 franchi.

I contrari all’investimento approvato lo scorso 25 settembre dal Consiglio comunale sono stati 688. I favorevoli 346.

La votazione è stata storica. Si è trattato infatti della prima decisione contestata tramite referendum nel Comune nato dalla fusione fra Maroggia, Melano e Rovio. Secondo i contrari il restauro era spropositato per la destinazione prevista per lo stabile di fine Ottocento in Piazza Fontana.

Zugo

La maggioranza dei cittadini del canton Zugo ha bocciato la realizzazione di due gallerie che avrebbero tolto traffico in transito da Zugo e Unteraegeri. Già nel 2015 i cittadini avevano respinto un progetto analogo per Zugo a causa degli elevati costi di costruzione.

Glarona                                A Glarona servirà un secondo turno per determinare il successore del Landamano (presidente del governo) Benjamin Muehlemann (PLR), eletto lo scorso ottobre al Consiglio degli Stati. Gli elettori dovranno ripresentarsi alle urne tra tre settimane. Oggi nessuno dei candidati è riuscito a imporsi.

Coira, l'iniziativa sul clima non passa

L’elettorato della città di Coira ha respinto l’iniziativa per il clima urbano con il 59,94% di voti contrari (afflueoza alle urne: 52,49%). Il controprogetto è stata approvato dal 54,66%.

Il testo (sostenuto da PS, Verdi e Verdi liberali) chiedeva una serie di misure per rendere l'area urbana più rispettosa del clima, creando più spazi per pedoni e ciclisti, e parchi con alberi. Secondo il Municipio avrebbe richiesto investimenti per 35 milioni in dieci anni.

Il controprogetto, sostenuto in particolare dal Centro, va nella stessa direzione, ma con meno imposizioni e una spesa inferiore: circa 10 milioni. 

Zurigo, piste più lunghe all'aeroporto

Keystone

I cittadini di Zurigo hanno dato il via libera all'allungamento delle piste dell'aeroporto di Kloten.

La società che gestisce lo scalo potrà quindi allungare di 400 metri a ovest la pista 28 e di 280 metri a nord la 32. I costi, pari a 250 milioni di franchi, saranno sostenuti dall'aeroporto stesso.

Secondo la società, l'obiettivo è di aumentare la sicurezza e migliorare la puntualità. E in questo modo sarà anche ridotto il rumore generato dal traffico aereo nelle ore serali. Il progetto è stato sostenuto principalmente dai partiti di centro-destra, come pure dal Governo e dal Parlamento zurighesi.

Ginevra

A Ginevra i veicoli saranno tassati in base al loro impatto ambientale. Il controprogetto e il relativo sistema fiscale eco-responsabile hanno vinto domenica contro l’iniziativa dell’UDC. Respinta inoltre la costruzione di altri condomini nel futuro vasto quartiere di Praille-Acacia-Vernets.

Soletta                               Limitare i dipendenti statali a uno ogni 85 abitanti? Non avverrà nel canton Soletta, dove i cittadini hanno bocciato con il 55,5% dei voti contrari l'Iniziativa 1:85. I votanti hanno così dato seguito alla raccomandazione del Governo cantonale, che aveva avvertito che l'accettazione dell'iniziativa avrebbe portato a "una massiccia riduzione dei servizi".

Roveredo boccia l'aumento dell'imposta

Due cittadini di Roveredo su tre hanno respinto la proposta di raddoppiare (portandola al 2%) l’imposta comunale sul trapasso immobiliare.

I votanti a favore della decisione adottata dal Consiglio comunale lo scorso 21 dicembre sono stati 331, i contrari 649. La partecipazione è stata del 60%.

Contro la modifica dell’articolo 4 della Legge comunale sulle imposte che finora prevedeva un prelievo dell’1% del valore di transazione per ogni mutazione di proprietà (escluse le successioni) era stato lanciato un referendum (primo firmatario il segretario dell’UDC Moesa Paolo Taddei).

Minibus contro il guardrail: due morti

Foto d'archivio
Keystone Foto d'archivio

Sono morte due persone a seguito di un grave incidente alla circolazione avvenuto sabato pomeriggio sull'autostrada A1 nel canton Berna. Altre due persone sono rimaste ferite. Un minibus con sei persone a bordo ha centrato il guardrail e la recinzione anti-fauna, finendo fuori strada.

In una nota, la polizia precisa che un passeggero è stato sbalzato fuori dal veicolo a causa della violenza dell'urto. Un altro è rimasto gravemente ferito nella collisione. Entrambi sono deceduti sul posto a causa delle lesioni riportate: gli altri due feriti sono stati ricoverati. 

L'autista e un altro passeggero sono invece usciti dall'incidente illesi.